Pubblicato il Lascia un commento

Creare un set di hashtag performanti

Gli hashtag sono fondamentali per lo sviluppo e la crescita di un profilo su Instagram.

Sopratutto perché consentono di raggiungere tantissime persone in tutto il mondo e convertirle in followers.

Inoltre consentono di aumentare l’engagement ai propri contenuti.

Ed è proprio la quantità di reazioni ai contenuti che dovete aumentare, per cercare di finire tra i popular.

Che cos’è la sezione “popular” ?

E’ la sezione di Instagram dove finiscono i post più rilevanti, ovvero quelli che hanno ricevuto più interazioni e di conseguenza i post di questa sezione sono i più visti da parte degli utenti.

Per quale motivo?

Se riuscite a far entrare un vostro post nella sezione “popular”, avrete una visibilità globale immensa, di conseguenza riceverete ancora più like e commenti e molte più persone vi seguiranno.

Tutto questo vi porterà dei benefici perché il vostro brand avrà ancora più valore agli occhi delle persone e delle aziende, che potranno così contattarvi per partnership commerciali o per qualsiasi altra iniziativa.

Più avrete interazioni ai vostri post e più sarete interessanti.

Ma andiamo con ordine e iniziamo a spiegare come costruire un set di hashtag performanti.

Innanzitutto il vostro obiettivo finale deve essere quello di finire tra i popular di un hashtag molto visualizzato, come ad esempio #roma.

Un hashtag di questo tipo viene utilizzato da milioni di persone e quindi per entrare nei popular è necessario avere una mole di interazioni molto grande, altrimenti il vostro post scenderà vertiginosamente in fondo alla classifica e non verrà più visualizzato dopo pochi secondi che avrete postato.

Ma se non si hanno tantissimi followers pronti a lasciare un like alla foto, come bisogna fare?

Dovete fare una scalata, vi spieghiamo subito come fare.

Tenendo conto che avete a disposizione un massimo di 30 hashtag, dovete selezionarli in un ordine logico di portata, ricordando sempre di inserirne di inerenti al tema della foto, questo è fondamentale.

Per ottenere un scalata vincente, mirata a portarvi nei popular di un hashtag preciso, dovete partire dalla base, ovvero inserire nel post un 50% di hashtag di bassa portata, un 40% di media portata e un 10% di grande portata, ma entriamo nello specifico:

15 hashtag tra 100.000 e 500.000 condivisioni

12 hashtag tra 500.000 e 1.000.000 di condivisioni

 3 hashtag da 1.000.000 di condivisioni in su

Come potete sapere la portata di un determinato hashtag?

Semplicissimo. Basta inserire una parola chiave nella barra di ricerca “hashtag” e vedrete quante condivisioni sono state effettuate per quel post, inoltre vedrete visualizzati altri hashtag inerenti, da cui potete prendere spunto per completare il vostro set.

Questa tecnica vi permetterà di effettuare una scalata vincente e vi spieghiamo perché.

Entrare nei popular di hashtag a bassa portata è più semplice e vi permette di acquisire subito dei like che vi spingeranno di conseguenza tra i popular di hashtag di media portata, dove acquisirete nuovi like e potrete finire tra i popular degli hashtag a grande portata.

Riuscire ad entrare nei popular dei top hashtag è molto difficile perché la concorrenza è ampia, ma non è impossibile.

Bisogna però tenere anche conto delle tempistiche, perché la vita media di un post su Instagram è di massimo 2 ore e ancora più importanti sono i primi 30/60 minuti, più like riceverete in questo lasso di tempo e più sarete spinti verso l’alto.

Ricordate sempre che alla base di una buona riuscita ci deve essere un post di qualità, la creazione di un buon contenuto è fondamentale per spingere le persone ad interagire con il vostro post, ma se imparerete a selezionare hashtag pertinenti seguendo questo schema, vedrete da subito aumentare l’engagement ai vostri post.

Pubblicato il Lascia un commento

Come aumentare i followers su Instagram

Aumentare i followers su Instagram è fondamentale per tutti voi, se volete ampliare il vostro business o se volete avere un pubblico sempre crescente di persone a cui mostrare il vostro lavoro, la vostra arte, o anche voi stessi, se lavorate con la vostra immagine.

Questo vale anche per chi vorrebbe iniziare a sfruttare Instagram, partendo da zero, per trarne beneficio.

Ora, senza perderci in ulteriori chiacchiere, andiamo ad esaminare le mosse fondamentali per avere una fanbase sempre in crescita.

Premessa: gli unici followers che vi devono interessare, sono quelli in target, ovvero persone realmente interessate alla vostra nicchia o ai vostri contenuti, potenzialmente interessati a seguirvi e a tramutarsi in potenziali clienti e fan.

Mai gonfiare i numeri acquistando followers tramite servizi poco limpidi o app “miracolose”, non farete altro che riempirvi di utenti fake o per nulla interessati a voi, così sarete penalizzati da Instagram e oltretutto vedrete ridotto l’engagement ai vostri contenuti, oltre a risultare poco credibili agli occhi degli utenti più esperti.

Ricordate che bisogna lavorare sul personal branding, sulla vostra immagine, quindi dovete evitare tutto ciò che può penalizzarvi.

Ma ora passiamo subito ai consigli pratici.

Innanzitutto dovete individuare il vostro target ed è molto semplice.

Ricordate che Instagram si basa sull’interazione tra utenti, quindi, ad esempio, se siete dei cantanti pop, dovete agganciare tutte quelle persone interessate a questo genere musicale, quindi non dovete fare altro che interagire con i followers di un artista famoso al quale siete affini come stile.

Stessa cosa se avete un’azienda che produce, ad esempio, articoli di design o abbigliamento, fate una breve ricerca su quali sono i “Big Account” del vostro settore e avrete il vostro target a portata di mano.

Volete solamente followers provenienti da una precisa area geografica?

No problem, il concetto è lo stesso.

Se avete un ristorante a Roma, interagite con i followers dei locali più famosi di Roma o con le persone che si sono taggate presso un determinato posto ed avrete i vostri target geolocalizzati.

Molto semplice, vero?

Ora analizziamo le tecniche di ingaggio:

1. Follow/Unfollow + Like e commenti

Questa è la tecnica che vi porterà subito dei benefici e fa leva sulla psicologia umana.

Dopo aver individuato le “sources”, ovvero le fonti da cui attingere, iniziate ad interagire con le persone che volete convertire in followers, lasciando like e commenti alle loro foto e infine seguiteli.

Queste persone vedranno il vostro apprezzamento e quasi sicuramente ricambieranno a loro volta, diventando vostri follower.

Vi consigliamo di interagire con profili pari o inferiori al vostro, perché probabilmente un account più grande potrebbe snobbarvi, ricordate la regola psicologica descritta nel precedente articolo? 

Le persone tendono a seguire gli account più grandi di loro.

In questa maniera inizierete ad accumulare seguaci, ma aumenteranno anche le persone che seguirete ed è sempre bene mantenere un rapporto di ampio distacco numerico tra chi vi segue e chi seguite, per avere un’immagine forte, quindi dopo un po’ di tempo, a poco a poco, dovrete iniziare ad eliminare dai seguiti tutti quegli account che non vi interessano, anche per non avere il feed intasato da contenuti che non vi piacciono.

Ora vi chiederete: “ma se io smetto di seguire qualcuno, anche lui prima o poi farà lo stesso con me?”

No, se avrete curato il vostro profilo con contenuti interessanti e se intanto sarete cresciuti di popolarità.

Inoltre, spesso le persone nemmeno se ne accorgono e qualora se ne accorgessero, continueranno comunque a seguirvi se vi reputano interessanti.

Ad ogni modo questa pratica di unfollow non deve essere immediata, fate passare dei giorni prima di smettere di seguire qualcuno.

Inoltre aspettate di essere diventati più popolari, di modo da essere “giustificati” a limare la differenza tra seguaci e seguiti, le persone lo accetteranno.

Attenzione: mettendo in pratica questa tecnica dovete stare molto attenti a non superare i limiti di azioni imposte da Instagram, che sono i seguenti:

Operazioni consentite per tipo di interazione: max 60 all’ora fino ad un totale di max 600 al giorno.

Non si conoscono i limiti ufficiali, ma queste sono le soglie di sicurezza per non rischiare il ban da parte di Instagram.

Inoltre, se il vostro profilo è appena nato, vi consigliamo di fare una fase di “riscaldamento” di almeno un mese, in cui limitare ancora di più il numero di operazioni.

2: Like e commenti su hashtag

Un’altra tecnica di conversione, se non volete adottare quella principale, è quella di interagire con gli altri account utilizzando la ricerca per hashtag.

Se faticate a targetizzare il vostro pubblico o avete poco tempo per effettuare tutte quelle operazioni, potete limitarvi ad usare solo like o solo commenti, consci però che il tasso di conversione sarà inferiore, oppure potete usare questa strategia basata sugli hashtag.

Come sapete, quando un utente pubblica un contenuto, di norma, inserisce degli hashtag per reindirizzare il contenuto in specifiche ricerche, ad esempio se inserite l’hashtag #cocktail in una foto dove avete immortalato il vostro drink, quest’ultima finirà nella sezione degli hashtag annessa a quella parola chiave, così tutte le persone interessate alle foto di bevande, troveranno in quell’apposita sezione anche il vostro contenuto.

Ma passiamo ad un esempio pratico.

Ipotizzate di essere una make-up artist. Il vostro target ideale, inteso come potenziale clientela, possono essere le modelle.

Quindi, consapevole di questo, dovrai andare nella sezione hashtag e usare per la ricerca parole chiave come #model , #modella , #makeup etc.., dato che troverai sicuramente foto di modelle alle quali potresti servire proprio tu.

A questo punto andrai a mettere un like a tutte queste foto, dato che dietro a questi contenuti ci sono utenti appartenenti a quel settore, interessati sicuramente a quello che fai.

Come premesso, questa tecnica converte meno rispetto al follow, ma può essere un’alternativa veloce per chi vuole targetizzare in maniera ancora più capillare.

E’ sempre consigliato lasciare un like ad un contenuto che abbia mediamente meno di 200 like a foto, per fare in modo che il proprio like non si perda nella mischia e che l’utente si renda effettivamente conto che tu hai interagito, così da incuriosirlo e portarlo sul tuo profilo.

——————————————————————————————————————————————

Come anticipato, le mosse da seguire sono relativamente semplici, dovete solo fare un po’ di pratica.

Un’altra tecnica per aumentare followers è quella attuabile tramite hashtag e posizionamento nella sezione “popular”, ma lo approfondiremo nel prossimo contenuto dedicato interamente agli hashtag.

Pubblicato il Lascia un commento

Come sviluppare un business su Instagram

Per sviluppare, lanciare e far crescere un’attività di qualsiasi genere ci sono 3 regole d’oro che ogni impresa, progetto o iniziativa devono possedere.

1. Qualità

2. Autorità del brand

3. Rispondere ad un’esigenza o generare uno stato d’animo positivo nelle persone.

Come può Instagram essere realmente utile per sponsorizzare sé stessi o la propria azienda?

Come tutti sappiamo, la pubblicità è lo strumento di persuasione più efficace che esiste, anche i colossi internazionali continuano ad essere sempre presenti sul mercato facendo continuamente pubblicità.

Se la Nike o la Coca-Cola investono ingenti budget nonostante siano i brand più conosciuti al mondo, perché noi non dovremmo investire un po’ su noi stessi e sul nostro progetto?

Ed è qui che intervengono i social network, uno strumento potentissimo e alla portata di tutti.

Perché scegliere Instagram?

Instagram è il social network più performante sul mercato, con continui picchi di crescita a livello di tempo speso sul social e di interazione fra utenti.

E’ immediato e di facile uso, alla portata di tutti, ma va usato con i giusti criteri se si vogliono sfruttare tutte le sue potenzialità.

Pensateci bene, quando vi fate un selfie o fotografate un momento della vostra vita, qual’è il primo social dove lo postate immediatamente? Instagram.

E così fanno i milioni di utenti che ogni giorno trascorrono ore su questa piattaforma.

Ma ora passiamo a rispondere ai punti principali che vi permetteranno di crescere su Instagram, avere più autorità e incrementare il vostro business.

Punto 1: Qualità

Instagram è un social basato sulla fotografia, quindi dovete necessariamente creare dei contenuti di alta qualità per attirare l’attenzione degli utenti e sopratutto per essere premiati dal suo algoritmo.

Più la qualità delle foto che posterete sarà alta e più sarete visibili nelle varie sezioni e sul feed dei vostri followers.

Mettete sempre in risalto il tema principale del vostro profilo, che siate voi stessi o un vostro prodotto.

Dedicate tempo e fantasia alla composizione dell’immagine, siate originali e trovate un vostro tema per rappresentare voi o la vostra azienda (un colore ricorrente, un’impaginazione particolare dei post etc..)

Punto 2: Autorità del brand

Che voi siate artisti, commercianti o artigiani, la risposta è sempre una: dovete assumere autorità e credibilità agli occhi delle persone.

La mente umana recepisce come autorevole e degno di fiducia chi è più in alto nella scala sociale, quindi riportando questo concetto al mondo dei social, le persone tendono a seguire e ad essere influenzate da persone che sono già molto seguite.

Un esempio pratico di questo procedimento psicologico può essere riassunto in questa scenetta: immaginate che vi troviate in un edificio che sta andando a fuoco e ci sono diverse porte dalle quali uscire, se tante persone si dirigeranno verso una porta piuttosto che verso un’altra, tutte le altre tenderanno a seguirli, non perché quella sia la porta giusta, ma perché le persone tendono a seguire i comportamenti di massa.

Questo è il concetto fondamentale che alimenta una moda.

Quindi è fondamentale che voi cresciate su Instagram, a livello di followers e interazioni, per far si che sempre più persone si interessino a voi e al vostro prodotto.

Punto 3: Rispondere ad un’esigenza o generare uno stato d’animo positivo nelle persone.

Qualsiasi cosa facciate o qualsiasi sia il settore in cui operiate, dovete generare benessere e positività nelle persone.

Le persone placano i propri tormenti interiori in molti modi diversi, ad esempio ascoltando musica o facendo shopping ed è a questo punto che voi dovete entrare in gioco.

In questa società fortemente consumistica il vostro profilo deve essere una vetrina che propone continui stimoli e deve trasformarsi nel vostro principale canale di diffusione.

Come già detto, Instagram è il social con la più alta percentuale di tempo trascorso su una piattaforma relazionata all’utenza media, quindi dovete rendere forte il vostro canale.

Offrite qualità alle persone, trasmettete il messaggio che siete lì per intrattenerli e fategli capire che hanno bisogno di voi e del vostro prodotto, che è unico e che non possono trovare altrove, date un valore a quello che fate.

Dialogate ed interagite costantemente con le persone, fategli capire che anche voi li apprezzate e magari di tanto in tanto offrite loro qualcosa di gratuito ( un tutorial, un codice sconto personale etc..) e vedrete che li fidelizzerete per sempre.

A questo punto saranno loro, di propria iniziativa, a parlare bene di voi facendovi ulteriore pubblicità.

—————————————————————————————————————————————————————-

Nei prossimi articoli andremo ad approfondire nello specifico ogni singolo punto che renderà grandi voi e il vostro business.

Il mondo gira sui social e voi non potete rimanerne fuori, né tantomeno potete rimanere indietro.

Il successo è alla portata di tutti, bisogna solamente rispettare delle regole fondamentali e avere costanza nel tempo.